« Indietro

I sovietici costruirono quella torre per superare l’idea di quel campo come campo di lavoro nazista.
Noi, oggi, poniamo un semplice garofano bianco, ricordando tutti coloro che sono state vittime di quella tragedia dettata da un’insana pazzia.


Gabriele Rivi e Riccardo Fantuzzi – 4H Liceo Moro – Reggio Emilia

Un garofano bianco
Portone d’ingresso al campo di concentramento Sachsenhausen.