In questo viaggio abbiamo avuto modo di vedere da vicino i campi di concentramento di Auschwitz. Abbiamo potuto assistere alle pene che i detenuti erano costretti a subire, le condizioni raccapriccianti in cui erano obbligati a vivere sapendo di essere destinati a morire in modo crudele in breve tempo.
Vedere le immagini e i ricordi dei morti nei campi è qualcosa di molto toccante e che segna profondamente ognuno di noi.
Osservare le foto delle persone defunte con le loro date di morte dopo un breve periodo dal loro ingresso ci fa capire veramente l’ostilità del campo e la brutalità di chi era al comando.
Questa esperienza ci ha fatto capire che è molto importante ricordare questi avvenimenti e fare di tutto per evitare che accadano ancora: visitare i luoghi, imparare la storia e fare affidamento a testimonianze di persone che hanno subito questo incubo sulla loro pelle o su quella dei loro cari.
Crediamo che sarà molto importante anche educare le generazioni future affinché non si ripetano questo avvenimenti, ed insegnargli che stare zitti è “comodo” ma ingiusto, e solo rompendo il silenzio si può combattere l’indifferenza.

Classe 5G, Istituto Scaruffi Levi Tricolore

 

I fiori del Viaggio nella sezione femminile del campo

I fiori del Viaggio nella sezione femminile del campo