Quello che è avvenuto ad Auschwitz è un qualcosa per noi inconcepibile ed inimmaginabile.
Chi potrebbe mai compiere un atto così brutale e atroce nei confronti dell’umanità?
Ciò che per molti è descrivibile come disumano, è purtroppo opera dell’uomo, che accecato da ideali di superiorità razziale, non ha riconosciuto l’altro come un pari.
Le vittime di Auschwitz sono state private di umanità, e l’artefice è stato un altro essere umano.

Ylenia Russo – Classe 5E, Istituto Gobetti

 

Poesia di Benjamin Fondane

Poesia di Benjamin Fondane