DIARIO DEGLI STUDENTI

In questa pagina raccontiamo il nostro viaggio attraverso il diario degli studenti.
Il sangue si gelava

Il sangue si gelava

Gelo: nel momento in cui il campo di Auschwitz si è palesato ai nostri occhi, in tutta la sua impressionante grandezza, ciò che abbiamo sentito è stato un forte vuoto, un buco …

leggi tutto
Il Dovere

Il Dovere

DOVERE: il dovere di ricordare, il dovere di rispettare, il dovere di onorare, il dovere di accogliere la memoria delle vittime, il dovere di non essere indifferenti, il dovere di interiorizzare …

leggi tutto
I was innocent

I was innocent

Quello che è avvenuto ad Auschwitz è un qualcosa per noi inconcepibile ed inimmaginabile. Chi potrebbe mai compiere un atto così brutale e atroce nei confronti …

leggi tutto
Disumanizzazione

Disumanizzazione

L’immagine mi rimanda alla parola “disumanizzazione“. L’esperienza al Museo di Auschwitz mi ha fatto capire che i campi dì concentramento e di sterminio facevano …

leggi tutto
Avevo paura di partire

Avevo paura di partire

Voglio iniziare questo mio viaggio di memoria con la verità: non ero sicura di intraprendere questa gita perché sto affrontando un periodo particolare e un po’ …

leggi tutto
Cumuli

Cumuli

Cenere nelle acque
Cenere nell’aria
Cumuli di cenere …

leggi tutto
Ma fantasia non fu

Ma fantasia non fu

Noi non sappiamo se veramente siamo o quanto ancora consapevoli di ciò che abbiamo visto e assimilato. A volte poteva sembrare un’orrida fantasia, ma fantasia non fu …

leggi tutto
Il futuro non si cancella

Il futuro non si cancella

Tutto si sovrappone nella mia mente e un vortice di emozioni mi travolge. Osservo. I caprioli corrono sul prato verde su cui sedevano tanti bambini che aspettavano, con le loro mamme …

leggi tutto
Custodire ciò che si è visto

Custodire ciò che si è visto

Nel periodo che va dal 11 febbraio 2024 al 17 febbraio 2024 la scuola, in collaborazione con Istoreco, ci ha dato la possibilità di partire per il viaggio della memoria, con destinazione …

leggi tutto
Conosci Cracovia?

Conosci Cracovia?

A scuola studiando storia, ho sempre dato per scontato che l’est Europa fosse degradata e arretrata, a causa delle guerre e della sottomissione sovietica. Che dire di Cracovia?

leggi tutto
Volute

Volute

Il prof. Andrea Gaetani dell’ IIS Cattaneo-Dall’Aglio di Castelnovo ne’ Monti ha realizzato una composizione di parole e immagini sulla sua esperienza al Viaggio della Memoria a Cracovia.

leggi tutto
This is not a photo opportunity

This is not a photo opportunity

L’altro avvenimento che ci ha particolarmente segnato è avvenuto davanti al forno crematorio dove una coppia di fidanzati si stava scattando una foto. La ragazza, in posa, stava sorridendo davanti …

leggi tutto
Corale

Corale

La visita in questo posto ha suscitato in me una sensazione di angoscia, tristezza e rabbia: angoscia perché passare tra quelle baracche anticipate da quei binari e sentire la storia …

leggi tutto
Almost Democracy

Almost Democracy

T’immagino ancora: bambino e mai più uomo. La tua mamma, che avrebbe voluto crescerti. Il padre, che ti ha guardato per l’ultima volta negli occhi e avrebbe voluto salvarti. E tua sorella …

leggi tutto
Trappole di filo spinato

Trappole di filo spinato

Soprattutto la storia di Amon Goth quando abbiamo visitato la casa, cioè il luogo in cui commetteva le sue violenze. Mi ha colpito in modo particolare la frase di una delle guide che riguarda l’abitudine …

leggi tutto
Senza limite

Senza limite

Visitando Auschwitz ci si rende conto di quanto la crudeltà umana, a volte, non abbia limiti. Senza guardare l’età, il gruppo di appartenenza o la classe sociale i Tedeschi hanno messo in atto un crimine …

leggi tutto
Richiamo alla responsabilità

Richiamo alla responsabilità

Oggi torno da un viaggio che non dimenticherò mai. Ho camminato per i sentieri di Auschwitz, ho visto le baracche, ho toccato i fili spinati. Ma più di tutto, ho sentito il peso dell’orrore che si …

leggi tutto
Quel passato che poi così passato non è

Quel passato che poi così passato non è

Sono state esperienze surreali a cui fatichiamo a credere, un pugno nello stomaco, angoscia al pensiero che ci possa essere così tanto odio nel mondo. Così tanto odio da fare una cosa simile …

leggi tutto
Onorare

Onorare

Il Bosco cittadino di Zbylitowska Góra suscita pensieri di dolore e perdita, perché è stato il luogo in cui numerosi ebrei di Tarnów hanno perso la vita in modo più che tragico durante un periodo buio …

leggi tutto
La realtà di quei bimbi

La realtà di quei bimbi

In generale mi ha colpito questo disegno in quanto i bambini ebrei, nonostante la giovanissima età, capissero a pieno la situazione che stavano vivendo insieme alle loro famiglie. Infatti, rappresentavano …

leggi tutto
L’oscurità dell’animo umano

L’oscurità dell’animo umano

L’Olocausto e il campo di concentramento di Auschwitz-Birkenau sono testimonianze atroci della capacità dell’umanità di infliggere sofferenza e distruzione su una scala senza precedenti. Riflettere …

leggi tutto
L’indifferenza

L’indifferenza

L’uomo viene considerato diverso dall’animale perché in grado di compiere decisioni razionali e avere una coscienza. Con i campi di concentramento e di sterminio si è dimostrato come l’uomo non sia in grado …

leggi tutto
Cosa siamo capaci di fare

Cosa siamo capaci di fare

Abbiamo visto tanto in questi giorni. Siamo riusciti a osservare il lavoro impeccabile e mirato per eliminare i nemici dello stato nazista. Abbiamo visto il collasso del sogno socialista e ne abbiamo …

leggi tutto
Cos’è l’istruzione

Cos’è l’istruzione

Le parole del filosofo Noam Chomsky spiegano perfettamente le ragioni per cui noi studenti abbiamo compiuto questo Viaggio e siamo qui oggi: visitare i “luoghi della Memoria” consente …

leggi tutto
Abbiamo

Abbiamo

Abbiamo immaginato di essere su quel treno che portava ad Auschwitz e il pensiero ci ha fatto rabbrividire. Abbiamo immaginato la brutalità con cui i nazisti strappavano i bambini alle loro …

leggi tutto
Una morte veloce

Una morte veloce

Un ebreo si poteva ritenere fortunato se veniva fucilato. Ho scelto la foto delle camere a gas perché, mettendosi nei loro panni, drammaticamente …

leggi tutto
Straziante

Straziante

Vedendo le foto dei bambini nei campi e i loro vestiti ho immaginato se ci fosse stata anche mia sorella là dentro. Immedesimandomi nei loro parenti, ho provato una sensazione di dolore puro e straziante …

leggi tutto
Sogni di vita

Sogni di vita

“I sogni che alimentano la vita”. Questa è la prima frase che mi è venuta in mente durante la visita alle fosse comuni a Tarnów, dove i nazisti negli anni Quaranta del Novecento gettavano i cadaveri degli ebrei e non solo …

leggi tutto
Sì, penso proprio che ci impegneremo

Sì, penso proprio che ci impegneremo

Alla fine della visita ad Auschwitz Birkenau mi sono sentita incompleta perché non ho versato una lacrima e il mio cuore è rimasto chiuso, non sentivo dolore, forse nemmeno vicinanza perché per quanto mi sforzassi …

leggi tutto
Ricorda solo che ero innocente

Ricorda solo che ero innocente

Questa frase mi ha colpito particolarmente perché mi ha fatto riflettere ulteriormente su quanto sia stato sbagliato tutto ciò che è stato fatto e quanto sia ingiusto che il pensiero errato di Hitler sulle razze bastò …

leggi tutto
Prova a immaginare

Prova a immaginare

Abbiamo visto i video e le fotografie della vita degli ebrei prima dell’Olocausto cioè una vita come quella di tutti, gioiosa, spensierata e felice. Subito dopo abbiamo visto come vivevano all’interno del campo …

leggi tutto
Opportunità

Opportunità

Questo viaggio mi ha fatto capire tante cose che avevamo fatto a scuola in modo diverso rispetto a come l’hanno spiegato e come risulta dalle foto, abbiamo avuto l’opportunità di visitare dal vivo e di persona …

leggi tutto
Imparare

Imparare

L’esperienza vissuta in questi giorni è stata sicuramente molto toccante. Ma la visita al cimitero dove è stato spiegato come tutte quelle persone venissero posizionate in fosse comuni senza alcun ritegno …

leggi tutto
Denti, gioielli, capelli

Denti, gioielli, capelli

Uno dei racconti che più mi ha impressionato è il fatto che i deportati venivano deprivati della loro dignità e nonostante il loro sfruttamento dei lavori svolti nei campi, i tedeschi si servivano di ogni elemento …

leggi tutto