« Indietro
Giorno 3, martedì 6 marzo 2018

Sveglia traumatica alle 6 e dopo una breve colazione partenza con direzione Auschwitz-Birkenau e, in seguito, Auschwitz 1. Esperienza emotivamente forte e significativa, che ha reso il tutto più reale. Abbiamo dato una forma alle nostre conoscenze storiche, avendo avuto la possibilità di immaginare le condizioni di vita nelle baracche. Entrati nel campo siamo rimasti impressionati dalla sua grandezza e i numeri che siamo soliti leggere sui libri di scuola li abbiamo ritrovati nelle cataste di occhiali, capelli, vestiti, oggetti personali. Toccanti sono state le testimonianze che abbiamo potuto leggere nei luoghi stessi in cui i fatti sono accaduti. È difficile realizzare che ognuna delle vittime di questo campo avesse un nome, una storia, una vita oltre il filo spinato.


Classe 5A, Russell Guastalla

Diario di Bordo 2 di 3
All’ingresso del memoriale di Auschwitz, per una visita “che ha resto tutto più reale”.