« Indietro

È molto difficile descrivere come ci si sente dopo questa esperienza. Sono troppe le sensazioni…

Quello che ci ha maggiormente colpito è stata la proiezione di diversi filmati nei quali si vedevano famiglie ebree nella loro quotidianità.

Pensare che il loro futuro era già segnato è stato veramente orribile.

Toccante è stato il vedere i resti umani e gli oggetti personali. Impossibile escludere le rotaie, le camere a gas, luoghi di crudeltà che ci hanno fatto riflettere su quanto fossero disumane quelle persone, su quanto fossero brutali il loro modo di agire e di pensare.

È fondamentale, almeno una volta nella vita, visitare questi luoghi, toccare con mano e vedere il frutto di queste atrocità per far in modo che non si ripetano mai più.


Classe 5C, IIS Nelson Mandela

Frutti atroci
Le foto “superstiti” esposte alla “Sauna” di Birkenau. Altro non rimane.