Sono stata scombussolata particolarmente dalle storie di violenza completamente immotivata come la deportazione dei bambini o i “passatempi” dei soldati che facevano combattere fra loro i genitori con i figli.
Provare a immaginarsi cosa queste persone erano costrette a vivere è completamente lontano dal vedere i luoghi e i disegni che rappresentano l’emblema della disperazione che vivevano tutti i giorni.

Bianca Bertolani – 4D Liceo Classico Ariosto

Pronti a partire per il cammino nel memoriale di Terezin.