« Indietro

L’illusione che il lavoro potesse davvero renderli liberi come lo erano sempre stati.

Maria Prodi, classe 5F, Istituto Galvani-Iodi

Illusione
L’ingresso del campo di concentramento di Auschwitz I, col celebre cancello di ferro.