« Indietro

Berlino, giorno terzi: tema della giornata è la RESPONSABILITÀ, individuale e collettiva. Solo il 10% circa dei gerarchi nazisti fu condannato per le proprie azioni e molti di loro continuarono comunque a difendersi dicendo di aver solo obbedito agli ordini (la banalità del male). Già a metà anni Cinquanta troviamo gente co-responsabile della morte di centinaia di migliaia di persone fotografate ad innaffiare le ortensie nel proprio giardino. Allora questa cosa ci interroga, Berlino stessa ci chiama a confrontarci non tanto con la “colpa”, ma con la possibilità che ci è data di essere comunque uomini, anche nelle pieghe più oscure della storia collettiva. E io? Cosa avrei fatto, io? Cosa faccio oggi, io? L’obbedienza non è mai stata una virtù.

Marco Truzzi

 

Responsabilità
La topografia del terrore e i volti dei nazisti a capo del sistema di terrore e sicurezza del Reich