Comprensione

Comprensione

Oggi, 12 febbraio 2020, la 5° F del Bus Pascal ha avuto l’opportunità di visitare il campo di lavoro di Sachsenhausen.
Una guida molto disponibile ci ha raccontato la storia del campo e ha fatto riferimento ad alcuni internati che hanno lasciato delle testimonianze. Successivamente abbiamo visitato la struttura del campo e compreso i mezzi brutali utilizzati contro i prigionieri.
Questa visita è stata molto interessante e utile per riuscire a comprendere in modo concreto, e non solo dai libri di scuola, la tragedia che si è consumata.
Inoltre l’esperienza al campo ha fatto sì che noi comprendessimo ancora meglio quanto il ricordo di questi momenti storici sia importante per evitare altri errori.

Classe 5F, Istituto Blaise Pascal, Bus 7

L’iniziativa

L’iniziativa

diffusa ormai in 20 paesi europei, è partita a Colonia nel 1995 e ha portato finora all’installazione di oltre 60.000 “pietre”, anche in Italia come per esempio a Roma, Genova, Livorno, Prato, …

Il progetto di ricerca

Il progetto di ricerca

per ridare un volto e una biografia a quei nomi è stato curato dal gruppo di lavoro di Istoreco con alcune classi, come momento di preparazione ai Viaggi della Memoria a Cracovia-Auschwitz, a Praga-Terezin e a Berlino. Abbiamo visitato le vie dove vivevano i deportati, intervistato i vicini, cercato negli archivi e rintracciato i famigliari.

Le prime 50 Pietre d’Inciampo

Le prime 50 Pietre d’Inciampo

reggiane sono state collocate tra il 2015 e il 2018 a Reggio Emilia, Correggio, Cadelbosco, Guastalla, Sant’Ilario, Castelnovo ne’ Monti e Toano. Sono state posate in memoria delle vittime del nazismo e del fascismo, nell’ultimo luogo in cui hanno abitato da persone libere.

Le Pietre d’Inciampo

Le Pietre d’Inciampo

Le Pietre d’Inciampo sottolineano il carattere capillare della deportazione, il legame di tutte le nostre città con i campi nazisti di concentramento e di sterminio. Svelano spesso una collaborazione da parte dei fascisti locali e, soprattutto, danno un nome e una storia alla persona che si voleva ridurre a un numero.