La crudeltà vista dagli occhi dei bambini

La crudeltà vista dagli occhi dei bambini

La crudeltà vista dagli occhi dei bambini. Occhi che una volta erano spensierati e felici e che d’un tratto diventano spenti, tristi e impauriti. Occhi che troppo in fretta comprendono la cattiveria dell’uomo. Occhi destinati a chiudersi troppo presto. Occhi che diventano segni di memoria.

Caterina Ghigliotto, Alessia Meraj – 5E Gobetti

 

Giorno della Memoria 2024, spolvera la memoria e adotta una pietra d’inciampo!

Giorno della Memoria 2024, spolvera la memoria e adotta una pietra d’inciampo!

Anche per il 27 gennaio 2024, il Giorno della Memoria, Istoreco lancia questa proposta alla cittadinanza: spolverare la memoria, pulire una Pietra d’Inciampo!

Le Pietre d’Inciampo sono piccoli monumenti collettivi, cubi d’ottone incastrate nell’asfalto, sistemate davanti alle case dove i reggiani deportati durante la Seconda Guerra Mondiale hanno vissuto ancora liberi, prima della loro cattura. Fanno mentalmente inciampare, chi si ferma un attimo scoprirà nomi, date e storie. Fanno ricordare la libertà portata via dai nazisti e dai fascisti.

Per loro natura, si trovano nel traffico, nello sporco, sotto la pioggia. Si usurano, si anneriscono. Hanno bisogno di attenzioni e manutenzioni, per essere sempre brillanti e visibili.

Da anni, dal 2017, Istoreco chiede ai reggiani di prendersi cura della Storia e quindi di una delle Pietre d’Inciampo posate negli anni scorsi in tutto il territorio provinciale. Per facilitare l’azione, Istoreco pubblica qui l’elenco delle Pietre già posate.

Basta una spugnetta e un po’ di “Sidol” che trovate in qualsiasi supermercato.

Vi invitiamo a pulirle e magari ad adornarle con un fiore o una candela per il 27 gennaio 2024.

E vi chiediamo anche di documentare il vostro gesto. Mandateci una foto sui nostri social. Scegliete per il 27 gennaio 2024 quale Pietra potete pulire voi!

COME MANDARCI LE IMMAGINI DELLA VOSTRA ADOZIONE

INDICAZIONI

Tutti i dettagli sulle pietre li trovate su questo sito: www.inciampa.re.it

Oppure cerca le pietre in questa mappa in pdf

SCARICA LA MAPPA COMPLETA

 


LE MAPPE DETTAGLIATE, COMUNE PER COMUNE

Posiamo 22 nuove pietre d’inciampo nella provincia di Reggio Emilia

Posiamo 22 nuove pietre d’inciampo nella provincia di Reggio Emilia

 

IL CALENDARIO DELLE POSE

 

  • Venerdì 19 gennaio 2024 – Reggio Emilia e Montecchio Emilia

Reggio Emilia
Ore 09.00 Posa davanti alla casa di Bruno Farri, Viale Ettore Simonazzi 23
Scarica il volantino di Reggio Emilia

Montecchio Emilia
Ore 10.30 Posa davanti alla casa di Natalino Catellani, Strada per Barco 13
Ore 11.30 Posa davanti alla casa di Ennio Tagliavini, Via Felice Cavallotti 4
Ore 12.15 Posa davanti alla casa di Giuseppe Patroncini, Via Ercole Franchini 57
Scarica il volantino di Montecchio Emilia

 

  • Sabato 20 gennaio 2024 – Rubiera

Ore 10.30 Posa davanti alla casa di Vito Annovi, al termine di via Platone, ingresso Orti Sociali Comunali
Scarica il volantino di Rubiera

 

  • Lunedì 22 gennaio 2024 – Quattro Castella e Bibbiano

Quattro Castella
Ore 09.15 Posa davanti alla casa di Renato Lanzi, Via Cristoforo Colombo 7
Scarica il volantino di Quattro Castella

Bibbiano
Ore 11.00 Posa davanti alla casa di Piero Giavarini, Via Venturi 40
Scarica il volantino di Bibbiano

 

  • Martedì 23 gennaio 2024 – Bagnolo in Piano e Cadelbosco Sopra

Bagnolo in Piano
Ore 10.00 Posa davanti alla casa di Cesare Saccani, Via Beviera 44
Ore 10.45 Posa davanti alla casa di Vasco Lusetti, Via Martiri di Bagnolo
Scarica il volantino di Bagnolo

Cadelbosco Sopra
Ore 12.00 Posa davanti alla casa di Avantino Pergetti, Via Miselli 105, Villa Sesso (RE)
Scarica il volantino di Cadelbosco

 

  • Mercoledì 24 gennaio 2024 – Correggio

Ore 10.00 Posa davanti alla casa di Idimo Vecchi, Via Carpi Vecchia 6
Ore 11.30 Posa davanti alla casa di Guerrino Guerrieri, Via Carletti 50 – POSA IN DIRETTA ONLINE
Scarica il volantino di Correggio

 

  • Giovedì 25 gennaio 2024 – Poviglio

Ore 10.00, Posa davanti alla casa di Renato Bia in Via Ghidozzo 6
Scarica il volantino di Poviglio 

 

  • Mercoledì 31 gennaio 2024 – Vetto

Ore 10.00, Posa davanti alla casa di Domenico Giansoldati, nel centro del paese
Scarica il volantino di Vetto

 

  • Giovedì 1 febbraio 2024 – Rio Saliceto

Ore 10 Posa davanti alla casa di Tullio Vincetti, Via Cà de Frati 70
Ore 11 Posa davanti alla casa di Roberto Iotti, Via Cà de Frati 17
Scarica il volantino di Rio Saliceto

 

  • Venerdì 2 febbraio 2024 – Rolo e Gualtieri

Rolo
Ore 09.30 Posa davanti alla casa di Nicola Negri, Via Campogrande 12
Ore 10.30 Posa davanti alla casa di Giuseppe Corradi, Via Roma 56
Scarica il volantino di Rolo

Gualtieri
Ore 12.00 Posa davanti alla casa di Ziber Artoni, Via Pieve 40
Sarica il volantino di Gualtieri

 

Le pietre di Scandiano verrano posate ad aprile.

 

Con l’omaggio ad altri reggiani vittime del nazismo, prendono il via in questi giorni le attività per il Giorno della Memoria 2024, la giornata internazionale che ricorre il 27 gennaio e dedicata alla Shoah, lo sterminio programmato di sei milioni di ebrei attuato dal nazismo durante la seconda guerra mondiale.

Reggio Emilia è una delle città italiane più attive nell’impegno per la memoria e la sensibilizzazione su questi temi, che coinvolgono sia la storia collettiva sia le vicende personali e familiari di migliaia di abitanti. Il programma 2024, portato avanti dal Comune di Reggio Emilia, dalla Provincia di Reggio Emilia, dagli altri enti locali in collaborazione con le associazioni partigiane e della memoria e di Istoreco. Oltre che con il sostegno della Regione Emilia-Romagna.

L’attività più vasta e coinvolgente è la posa di 22 nuove pietre inciampo. Di cosa si parla? Di piccoli monumenti collettivi, cubi d’ottone incastrati nell’asfalto, sistemati davanti alle case dove le vittime del nazismo hanno vissuto libere per l’ultima volta. Sistemate all’altezza del terreno, sono pensate per far simbolicamente inciampare il passante, per fargli porgere lo sguardo al suolo, dove si troveranno i dettagli anagrafici del ricordato. Ideati dall’artista berlinese Gunter Demnig, sono ormai diffuse in buona parte d’Europa. Reggio è stata la prima città emiliana a posare pietre, partendo nel 2015 con le prime dieci dedicate a ebrei deportati a Birkenau o morti mentre cercavano di fuggire. Ogni attività è affiancata da mesi di ricerche e lavoro che coinvolgono le classi delle scuole che a seguire parteciperanno al Viaggio della Memoria Istoreco, spesso dialogando anche con i famigliari e con altri testimoni. E così sarà nel 2024, quando il viaggio condurrà poi a Auschwitz-Birkenau e a Cracovia, in Polonia.

A oggi, le pietre posate sono 96, le 22 nuove pietre nel 2024 porteranno il totale a 118. Ad aprire le attività sarà proprio la città. La prima posa si svolgerà nella mattina di venerdì 19 gennaio a Reggio Emilia, alle 9 in via Ettore Simonazzi 23 davanti alla casa di Bruno Farri.

Il programma prevede poi altre 20 sistemazioni nella provincia sino a inizio febbraio, prima di chiudere ad aprile con l’ultimo comune. I Comuni coinvolti sono Reggio Emilia, Montecchio Emilia, Quattro Castella, Bibbiano, Bagnolo in Piano, Cadelbosco Sopra, Correggio, Poviglio, Vetto, Rio Saliceto, Rolo, Gualtieri e Scandiano.

La cerimonia ufficiale per il Giorno della Memoria è poi fissata alle 11 di giovedì 25 gennaio nella sinagoga di Reggio Emilia, in via dell’Aquila 3, che in questi giorni ospita una mostra di Istoreco dedicata proprio ai cittadini ebrei reggiani perseguita e uccisi dal 1943 al 1945. Alla commemorazione prenderanno parte i rappresentanti del Comune di Reggio Emilia, della Provincia, delle autorità militari e civili e delle associazioni della memoria. Al termine del momento ufficiale, è prevista una visita guidata all’esposizione.

Perché la cerimonia si terrà il 25 e non il 27 gennaio, nella data del Giorno della Memoria? Nel 2024 il 27 gennaio cade di sabato, giorno che nel calendario ebraico equivale alla giornata dello shabbat, dedicata alla fede. In quel giorno, le sinagoghe sono aperte solo per la preghiera e la celebrazione. Per una questione di rispetto, quindi, si è preferito non organizzare l’iniziativa pubblica in coincidenza con lo shabbat, anticipando al 25 gennaio.

Per quanto riguarda le pietre d’inciampo, poi, torna anche nel 2024 la campagna di “adozione” delle pietre già presenti. Tutte le persone interessate trova Qui le indicazioni su come adottare e ripulire una Pietra d’Inciampo

 

 

Viaggio della Memoria 2021 – Bilancio a distanza

Viaggio della Memoria 2021 – Bilancio a distanza

https://youtu.be/gz0GHUzWjSw Inevitabilmente a causa dell’emergenza sanitaria legata al Covid-19, il Viaggio della Memoria 2021 non ha potuto svolgersi con la struttura didattica e la logistica delle precedenti edizioni. Visto l’eccezionalità della situazione e grazie allo straordinario sostegno trovato da parte di alcuni sponsor ed istituzioni (Comune di Reggio Emilia, Provincia di Reggio Emilia, Assemblea legislativa Emilia-Romagna) Istoreco ha potuto rispondere alle richieste dei docenti e proporre per il Viaggio 2021 un nuovo progetto. Da Reggio Emilia, Berlino, Auschwitz, Ventotene e Gerusalemme si sono collegati via internet studiosi e guide di Luoghi di Memoria per lezioni dialoganti che hanno dato ai ragazzi l’opportunità di incontrare, almeno da remoto, altri Paesi, altri punti di vista e tanta storia. 62 classi di 17 scuole di Reggio Emilia e provincia hanno aderito al nuovo progetto Viaggio della Memoria 2021 online e prenotato complessivamente più di 200 conferenze. Il Viaggio continua. Il futuro non si cancella!